• Home
  • Impresa
  • Profilo Storico

Profilo Storico

L’Impresa Giacobbe, non si sviluppa su di una struttura organizzativa già predisposta per la posa di elettrodotti o reti di altri servizi, ma assolve le sue prime commesse in altri settori lavorativi.

Nei primi anni ’70

L’attuale impresa in realtà era un’organizzazione a carattere familiare, senza mezzi in proprio, basata su prestazioni di manodopera per il commercio della legna da ardere. Ogni commessa era basata sul noleggio dei mezzi di trasporto per le forniture a clientela locale.

Nel 1974

All’attività commerciale si affianca e poi subentra una più organizzata iniziativa a carattere imprenditoriale. Con l’ausilio di un primo mezzo speciale è avviata un’attività di taglio bosco su commissione o la depezzatura in toppi di alberi isolati o facenti parti di piantagioni coltivate tipo betulle, pioppi o simili.

Dal 1978

L’impresa modifica i suoi obbiettivi economici ed il proprio target, le campagne boschive vengono sostituite da aree da urbanizzare, e i contatti con privati diventano piccole commesse di enti pubblici. Ancora non dotata di attrezzature proprie e personale dipendente fisso, l’impresa realizza i primi lavori stradali come fognature, acquedotti e cavidotti; partecipando a completamento di interventi edili.
I primi anni ‘80 sono caratterizzati  da una progressiva crescita a livello generale fino  ad arrivare al

1984

Anno in cui l’incerta impresa diventa una realtà, e può affacciarsi con una buona personalità nel mercato dei lavori stradali, e confrontarsi con imprese già affermate.
Ormai è in grado di assolvere le commesse con mezzi propri e personale dipendente, contando su una prima gerarchia interna.
Da contratti a breve termine si passa ad appalti che impegnano l’impresa con sempre maggiore continuità che la porta a dover incrementare non solo la forza lavoro composta da uomini e mezzi, ma di adeguare anche la struttura amministrativa e le aree adibite a magazzino, ricovero parco mezzi e uffici.

Dal 1991

In poi, l’impresa può contare sui primi stabili appalti ENEL di durata annuale, collaborando con i vari distaccamenti delle province di Pisa e Livorno.
Cercando di adeguarsi alle esigenze dell’ente la direzione ha sempre puntato sulla preparazione del personale specializzandolo mediante corsi di formazione e di aggiornamento.

Volendo operare in varie tipologie di commesse ENEL sono state costituite due forze lavoro autonome ma complementari, le quali possono adempiere alle lavorazioni sia di  elettrodotti sotterranei che aerei.
La continua esigenza di bilanciare investimenti per la produzione e l’aggiudicazione di nuovi appalti convenienti, porta l’impresa nella seconda metà degli anni ’90 ad essere impegnata contemporaneamente fino a 6 commesse di ragguardevole consistenza.

Gli impiegati generici  part-time sono stati affiancati da impiegati Aumentando il volume dei dati da elaborare, si è dovuto adeguare la struttura tecnici a tempo pieno, e basilari strumenti contabili integrati con supporti informatici imposti da ENEL.
La Giacobbe però non rimane un’impresa isolata, occupata solo a far quadrare i propri bilanci, ma ritiene necessario essere sempre collegata al contesto generale delle imprese che operano per ENEL.

Nel 1999

Entra in associazione con l’ANIDEL (Associazione Nazionale Internazionale Impresa Distribuzione Elettrica) che è un organismo capace di contrastare le imposizioni dettate dal colosso ENEL e trarne benefici condivisi con le altre imprese.
All’interno di questa associazione opera  il Consorzio Pegaso, che nasce dalla volontà di alcuni imprenditori di creare un sistema di imprese altamente professionale ed informatizzato, che si collochi quale attore nel comparto dei servizi di rete e delle gestioni utenze.
Il Consorzio Pegaso si avvale di un aggregato di 25 imprese che da decenni operano su tutto il territorio nazionale nel settore dei servizi a rete con prevalenza nella distribuzione dell’energia elettrica. All’interno di questo organismo la Giacobbe emerge sul territorio regionale insieme ad un ristretto numero di imprese, e contribuisce fino ad oggi a mettere in pratica  l’esperienza maturata nel tempo.

Fra il 2001/02

La Giacobbe compie un ulteriore passo per diversificare le commesse, in quanto rileva per intero l’impresa edile di cui il titolare era socio, riorganizzando i vari obbiettivi economici ed imprenditoriali.
Tale integrazione ha permesso di poter competere nel mercato edile ed arrivare al conseguimento dell’attestazione SOA.

Il 5 Febbraio 2002

In questo giorno l’impresa Giacobbe registra uno tra i giorni più difficili di carattere organizzativo, nella notte fra il 4 ed il 5 Febbraio vengono rubati nel magazzino della Giacobbe Antonino n°1 camion dotato di gru idraulica, n° 2 furgoni, n°1 minipala compatta multifunzione, n°1 miniescavatore subendo una perdita, di valore dei beni, stimata in circa  €. 300.000,00
A questo evento di grave entità l’impresa ha reagito in maniera perentoria ed energica ed a trovato nel suo titolare una guida per la ripresa sia morale-psicologica che economica.

Nel Settembre 2001

L’impresa in considerazione del mercato in cui opera spinta dalla volontà di rendere la Giacobbe Antonino punto di riferimento per la clientela, ha scelto di adottare e rendere operativo un Sistema  Assicurazione Qualità Aziendale conforme ai requisiti della norma  internazionale UNI EN ISO 9002-94 scegliendo SGS-ICS come ente di accreditamento.

Nel Febbraio 2003

La Giacobbe standardizza il proprio Sistema Gestione Qualità alla nuova  norma UNI EN ISO 9001:2000.

Nel Marzo 2003

Vengono riuniti i nuclei in un’unica sede operativa presso Loc. Le Capannacce s.n., 56035 Casciana Alta, Lari (PI) dove all’interno del deposito mezzi viene ritagliato uno spazio necessario alla costruzione degli uffici. L’intero edificio viene dotato di un sistema d’allarme.

Nel Maggio 2003

La Giacobbe raggiunge un nuovo traguardo inserendo nel suo Sistema Qualità lo sviluppo della progettazione seguito dell’esito positivo della visita ispettiva di SGS.
Continua l’attività nel settore Enel su molteplici zone territoriali (Volterra – Ponte a Egola – Livorno) mentre sviluppa e specializza il ramo edilizio della ristrutturazione con commesse di un certo rilievo e pregio.

Nell’Agosto 2003

In seguito ai bandi pubblicati GUCE S144 del 30/07/2003 per un sistema di qualificazione delle imprese ai fini di eseguire lavori per Enel Distribuzione  è volontà dell’impresa di conseguire tale obiettivo in funzione di un accrescimento della professionalità del personale ed il riconoscimento di tale. A supporto di questo diventano cospicui gli investimenti per la formazione dei propri operatori, attraverso corsi specialistici in sede e sul territorio nazionale, così come il rinnovo ed il potenziamento di attrezzature specialistiche e di settore.
Il cammino della Giacobbe prosegue e consegue la qualificazione per l’esecuzione dei lavori in Enel Distribuzione per il periodo temporale 2004-2006 per i seguenti gruppi merce:
LINEE AEREE ED INTERRATE MT/BT
CABINE SECONDARIE MT/BT
GESTIONE UTENZA
ILLUMINAZIONE PUBBLICA ED ARTISTICA

Nell’anno 2004

Si aggiudica il progetto di un restauro edilizio di pregio con vincolo del Ministero per i beni e le attività culturali sopra-intedenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico per le provincie di  Pisa, consistente nel rifacimento della Facciata della Villa di Varramista a Montopoli V.no e della relativa Cappella all’interno della tenuta.

Nel Dicembre 2004

I progetti della Giacobbe Antonino si orientano verso il recupero edilizio di un’ex opificio in Casciana Terme per la realizzazione di 14 unità abitative ma dopo un primo accordo tra le parti il tutto deve essere rimandato all’adozione del nuovo regolamento urbanistico del comune di Casciana Terme.

Nel 2005

La Giacobbe Antonino acquista un lotto nel complesso residenziale in località San Martin del Colle con lo scopo di costruire un’unità di civile abitazione di tipo bifamiliare.

Nell’Ottobre 2005

In R.T.I. (I.C.L.E. – Giacobbe – F.lli Fedi – Ing. Marzoppini) l’impresa si aggiudica l’appalto aperto di tipo Ibrido 5200001866 il quale ingloba tutte le unità operative facenti parte del comprensorio della Zona Enel di Livorno.
La tipologia dell’appalto occupa il personale della sezione Enel sulle molteplici attività di cui alla qualificazione e contemporaneamente iniziano i primi lavori all’Isola di Capraia per il rafforzamento delle linee esistenti.

Nel 2006

La Giacobbe Antonino porta a compimento i primi progetti realizzati  presso la lott.ne San Martino del Colle a Casciana Terme, Lotto 2 ed avanza con quelli che sono il lavori di relativi alla costruzione della casa Geis sul lotto.
Continua l’attività lavorativa sull’appalto ibrido Enel con lavori da svolgere presso le unità operative di Livorno e di Cecina.
Da sempre attenta all’innovazione non rinuncia ad affrontare il progetto proposto da Impermea per la realizzazione dell’impermeabilizzazione di superfici piane con teli in EPDM prima con Hertlan e poi con teli di Trelleborg.

Nel 2007

La struttura del Raggruppamento Temporaneo d’Imprese mantiene il proprio assetto e sulla base dei risultati conseguiti sul territorio l’Enel zona Livorno chiede l’estensione dell’appalto per il terzo anno.
Contemporaneamente iniziano a delinearsi le prime procedure per la nuova qualificazione Enel per il 2008-2010.
Nel ramo edile l’impresa inizia i lavori relativi al lotto 1 per la realizzazione della bifamiliare sul terreno acquistato nel 2005.

Nel 2008

L’impresa porta a termine l’importante progetto di ristrutturazione della casa vacanze Villa Meletro.
Nel settore Enel si presenta alla nuova qualificazione nel medesimo R.T.I. rinnovando ed ampliando il parco macchine ed attrezzature e coinvolgendo un numero crescente di personale nella specializzazione mediante corsi di formazione mirati.
Al tempo stesso inizia a realizzare gli elettrodotti nell’unità operativa di Ponte a Egola in collaborazione con C.E.M.E.S. ed I.C.L.E.
Lancia il progetto per la certificazione OHSAS 18001 (Occupaniotal Healt And Safety Assessment Series) relativo alla certificazione del sistema gestione sicurezza lavoro.

Nel 2009-10

L’organizzazione acquisisce importanti commesse edili relative alla ristrutturazione di un rustico toscano (Poderino 3 – campagna di Chianni), un rustico toscano ex-novo (Poggio Al Giglio – campagna di Chianni) e costruzione di un edificio tri-familiare ex-novo (Casciana Terme). In modo particolare nella commessa del Poderino 3 vengono progettate e adottate le tecnologie relative all’energie alternative (fotovoltaico – solare termico e geotermia orizzontale) contemporaneamente posati in opera materiali nel rispetto dei canoni della bioedilizia.

Nel 2011

Sono implementate categorie SOA.
Gli incentivi statali per la realizzazione delle fonti energetiche alternative spinge la direzione a specializzare parte del personale nella progettazione e nell’esecuzione delle connessioni alla rete MT di Enel Distribuzione (idroelettrico – biomasse – fotovoltaico).

Nel 2012

L’impresa porta a compimento la certificazione del proprio Sistema Gestione Ambientale in conformità agli standard della norma internazionale ISO 14001.
Entra a far parte del Consorzio Arcobaleno per la realizzazione e la manutenzione egli elettrodotti MT-bt ed acquisisce i territori dell’Isola d’Elba, della provincia di Livorno e parte della Val di Cecina.

Nel 2013

L’organizzazione ha elaborato ed adottato il MOG (modello organizzativo in ottemperanza al DLgs 231/2001) ed ha intrapreso con l’intenzione di certificarsi entro la fine dell’anno 2013 il percorso per l’ottenimento dello standard di Responsabilità Sociale secondo la norma internazionale SA8000.   
Continua il processo evolutivo dell’impresa e sia l’organico operativo che amministrativo ha subito incrementi. Contemporaneamente si è evoluto ed ampliato il parco mezzi ed attrezzature.

Copyright © 2016 IMPRESA EDILE GIACOBBE ANTONINO
Numero REA: PI-58727 | Codice Fiscale: GCBNNN49S11D638E | P. IVA 00190110502